SEO

Che cosa vuol dire SEO? Search Engine Optimization, definizione

SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization che tradotto significa “ottimizzazione per i motori di ricerca”.

Pilastro del web marketing, dagli anni 90 ad oggi molte cose sono cambiate ma non il risultato: far si che la tua pagina web sia posizionata ai primi posti dei risultati forniti da un motore di ricerca.

 

Anatomia della SEO: tutto quello che c’è tra domanda e risposta

La fama di questo acronimo è cresciuta rapidamente nonostante molti ancora non sappiano di cosa si tratta. Partiamo dalle basi: alla fine degli anni Novanta il moltiplicarsi dei siti fece capire la necessità di trovare qualcosa che facesse emergere il proprio sito dal magma di internet!

Ci voleva qualcosa che permettesse ad ognuno di poter essere trovato facilmente dagli utenti che inserivano una domanda (la query), interrogando i vari motori di ricerca, e quindi di apparire nella top ten della prima pagina dei risultati (Search Engine Result Page SERP).

La SEO è proprio questo: usare delle tattiche specifiche in modo che un sito web riesca ad essere la prima “risposta” alla “domanda” di un utente quando la inserisce in un motore di ricerca, nello specifico Google!

Ma in cosa consiste fare attività SEO per un sito o una pagina web?

Non si tratta solo di riuscire ad arrivare primi in classifica, lavorando solo per confrontarsi con un algoritmo, la SEO è una disciplina indispensabile per costruire un’efficace strategia di web marketing:

l’obiettivo non è solo la quantità di persone-utenti che arriveranno al tuo sito ma soprattutto la qualità di chi entrerà in relazione con il tuo sito.

Facendo attività SEO si potrà capire quali sono le caratteristiche della user experience:

  • cosa cercano le persone,
  • quali sono le parole che usano nel fare le loro domande
  • che cosa intendono “consumare” attraverso il web!

 

Dalle parole chiave alle long tail keyword

L’unica cosa certa quando parliamo di SEO sono le parole o meglio le parole chiave che andranno a creare i contenuti di una pagina web.

Prima di individuare le parole chiave, che diventeranno la bussola di riferimento per la creazione di contenuti ottimizzati, è fondamentale studiare le domande che gli utenti inseriscono all’interno dei motori di ricerca. Ad ogni domanda inserita corrisponde un intento, è proprio l’analisi di questo obiettivo che determinerà la scelta delle parole chiave e quindi la risposta che darai e che porterà più utenti verso il tuo sito!

Il modo di fare ricerca da parte degli utenti sta cambiando in modo radicale, un dato certo è che la maggior parte delle richieste fatte ai motori di ricerca provengono da dispositivi mobili attraverso le domande vocali!

Una domanda vocale è più specifica e contiene un numero sempre più ampio di parole, per questo le tecniche SEO devono essere sempre modificate in base ai nuovi comportamenti adottati dagli utenti. 

Ma quali sono i tipi di parole chiave usate nella SEO?

  • Keyword unica: una parola sola quella che agli albori della SEO veniva ripetuta ossessivamente nel contenuto;
  • Middle tail keyword: parole chiave a “coda media” quindi un mini insieme di parole;
  • Long tail keyword: parole chiave a “coda lunga” un gruppo di parole che permette di intercettare utenti profilati.

Le basi della SEO dovrebbero essere chiare, ma esiste una distinzione fondamentale che non è possibile trascurare, quella tra attività Seo on-site e off-site:

  • per on-site si intendono tutte quelle attività che riguardano l’ottimizzazione dei contenuti e delle immagini, del codice, delle tecnologie applicate ad un sito;
  • per off-site invece parliamo per esempio di tecniche di link building “costruzione di una rete di collegamenti tra un sito e gli altri”, strategia che permette di aumentare la quantità di link in ingresso verso un sito, conquistando così l’autorevolezza necessaria per essere “riconosciuti” da Google.

Solo unendo on-site ad off-site si potranno attrarre ed ancorare gli utenti ad un sito!


 

Seo: le parole cambiano ma non il risultato che puoi ottenere

Non tutti possono essere Neil Patel, uno dei guru della SEO, è evidente che l’ottimizzazione di un sito non deriva solo da quello che uno specialista SEO può fare per migliorare la tua posizione in classifica! 

La qualità di una pagina web o di un sito deriva da una globalità di azioni e attività scaturite dal Search Engine Marketing, una strategia di ottimizzazione che permette di raccogliere utenti in target sia dal traffico organico prodotto dalla Seo sia da un insieme di azioni effettuate in altre sedi della rete, in modo da provocare un’azione dell'utente che visita il tuo sito ( acquisto, lead, contatto).

Se la SEO dunque non è l'unica tecnica per aumentare la visibilità di un sito - attraendo utenti di qualità ed offrendo la risposta che stanno cercando - è sicuramente la più competitiva rispetto alla conquista di traffico utile fornita da piattaforme pay per click con Google ADS.

Per restare sempre in contatto con la propria audience, il tuo sito ha bisogno della SEO, un sistema coordinato di azioni che parlino con lo stesso linguaggio dei tuoi utenti, cogliendo i loro intenti e rispondendo con successo alle loro domande.



 

Iscriviti al nostro blog

Le novità e i migliori suggerimenti su marketing, vendite e servizi.